Le Pergamene

Le Pergamene fanno parte dell'Archivio Storico Diocesano di Cagliari. Il materiale, per secoli, è stato custodito presso locali della Curia Arcivescovile annessi alla cattedrale. Tali locali col tempo sono divenuti inidonei ai fini della corretta conservazione del materiale secondo i moderni criteri di conservazione e sicurezza. Oggi questo materiale è fruibile in forma digitale per salvaguardare il patrimonio storico dell'archivio.

Mobirise

Nell’Archivio Storico Diocesano di Cagliari sono presenti due fondi “Pergamene” uno afferente all’Archivio della Curia, l’altro all’Archivio del Capitolo della Cattedrale di Cagliari. Il primo è costituito da 552 pergamene, il secondo da 255.

L’arco cronologico in cui tali pergamene sono state prodotte va dal XII secolo al 2005. Il nucleo più importante è rappresentato dalle carte volgari, corpus di 18 documenti redatti tra il 1070 e il 1226.

La digitalizzazione di questa raccolta documentale è l’arma migliore per garantire una lunga vita a questo patrimonio culturale, anche per evitare pesanti e costosi interventi di restauro che non riporteranno comunque le pergamene stesse alle condizioni originali.

Le Pergamene, costituiscono oggi una fonte cruciale per poter ricostruire il passato ecclesiastico. I fondi documentari sono attualmente consultabili e totalmente fruibili in formato digitale, in particolare grazie a un lavoro preciso e la creazione di un’inventario informatizzato, presupposto indispensabile per la consultazione di ogni archivio.

Il "Progetto Pergamene" si è sviluppato nelle seguenti fasi: 

  1. Revisione del censimento: si è provveduto al riversamento dei dati raccolti su supporto digitale e confrontati per ottenere un censimento definitivo delle stesse, comprese le pergamene di recente rinvenimento e dunque mai state censite;
  2. Riordinamento: in seguito alla revisione del censimento le pergamene sono state riordinate e dotate di numerazione definitiva;
  3. Inventariazione: è stato redatto l’inventario del fondo, secondo gli standard internazionali di descrizione archivistica ISAD (G), con contestuale immissione del software di descrizione archivistica CeiAr;
  4. Condizionamento: sono state condizionate con fogli di carta acid free per evitare danni dovuti allo sfregamento tra le membrane e alla loro acidificazione;
  5. Regesto: si è provveduto al riassunto più o meno esteso di ogni singola pergamena, nel quale si sono riportati gli elementi indispensabili per riconoscerlo.  
  6. Digitalizzazione: la digitalizzazione è stata eseguita utilizzando scanner ad altissima definizione che utilizza lampade a luci fredde senza emissioni di raggi UV e di infrarossi, per la totale salvaguardia degli originali. L’archivio digitale e il database (metadatazione) sono stati inseriti nel software Digilib per la consultazione nella rete intranet dell’Archivio.

La pergamena, detta anche cartapecora o carta pecudina, è un supporto scrittorio ricavato dalla pelle di capra, pecora, agnello o vitello. Per la corretta conservazione di questo supporto è importante mantenere un ambiente in cui il livello di umidità e la temperatura sono ben bilanciati, evitando quindi repentine escursioni termiche e limitando la presenza di umido nell'aria. 

Durante il processo di digitalizzazione è bene dunque rispettare tutti i paramenti di conservazione del cuoio e della pergamena, data la sua igroscopicità e gli effetti sinergici di temperatura sul deterioramento della struttura della pergamena a livello microscopico e molecolare. 


L’interazione dinamica e prolungata delle pergamene con l’ambiente (calore, luce, raggi UV, umidità, inquinanti atmosferici, agenti biologici) possono determinare un deterioramento che può facilmente passare dalla superficie del materiale verso gli strati interni, e dalla sua struttura macroscopica a quella molecolare.

Alla microsystem rispettiamo i parametri riconosciuti per la manutenzione delle pergamene:
Temperatura: 13 °C – 18 °C
Umidità relativa: 50% – 60% 

Mobirise

Indirizzo

Via Guantino Cavallino 15,
09131 - Cagliari



Contatti

Email: amm@microsyst.it
Pec: info@pec.microsyst.it
Telefono: 070/502355

Fai click qui
per richiedere un
 preventivo.


Collegamenti

www.beniculturali.it
www.sardegna.beniculturali.it
www.regione.sardegna.it
www.anai.org

Feedback

Inviaci le tue idee, segnalazioni o suggerimenti! Qualsiasi feedback sarà apprezzato.

Fai click qui
per una segnalazione veloce.

Built with Mobirise - Check this